PALAZZO MORANDO Museo a Milano – Costume Moda Immagine


ARTE:
Palazzo Morando, settecentesca dimora nobiliare nel cuore di Milano, è sede di un museo dedicato alla Città e alla civica collezione di costumi e accessori di moda.
Di fondazione tardo-cinquecentesca, il palazzo è stato residenza di alcune tra le più importanti famiglie nobili milanesi (Casati, Villa, De Cristoforis, Weill Schott); nel 1945 l’ultima proprietaria, la contessa Lydia Caprara Morando Attendolo Bolognini lo dona alla municipalità insieme alla sua ricchissima collezione. Il Palazzo testimonia l’impianto stilistico e architettonico e il gusto dell’arredo tipici del XVIII secolo, come testimoniano la Galleria cinese, le Sale dell’Olimpo e d’Ercole.

Singolare documento rococò risalente alla metà del Seicento è il Salottino dorato, uno degli ambienti più antichi e meglio conservati.
La pinacoteca di Palazzo Morando raccoglie l’eredità del Museo di Milano, nato nel 1934 con la donazione della collezione del commendatore Luigi Beretta costituita da arredi, cimeli, incisioni e dipinti aventi per soggetto la città di Milano, cui si sono aggiunte altre opere appartenenti alle Raccolte Civiche che testimoniano la storia di Milano dalla seconda metà del XVII secolo ai primi decenni del Novecento.

Nel 2010 Palazzo Morando ha assunto la mission di luogo di esposizione temporanea del patrimonio civico di costumi dal XVII al XX secolo.

MOSTRA
15 dicembre 2016 - 1° ottobre 2017

RICAMI DI LUCE Paillettes e lustrini nella moda di Palazzo Morando 1770 – 2004



Omaggio al lavoro di studio della collezione di abiti e accessori del Comune di Milano condotto negli anni Settanta dalla storica del costume Grazietta Butazzi, punto di partenza per la catalogazione attualmente in corso. Per la prima volta vengono esposti a Palazzo Morando abiti accomunati da una tecnica particolare: il ricamo con paillettes. Attraverso una piccola ma accurata selezione fra gli oltre 4000 capi delle raccolte di Palazzo Morando si potrà ripercorrere l’evoluzione delle paillettes dal 1770 al 2004: un affascinante viaggio attraverso piccoli dischetti di luce, prima in metallo poi in gelatina, acetato, PVC, fino al modernissimo poliestere.

Una mostra Comune di Milano | Cultura, Direzione Musei Storici, organizzata da Opera d’Arte - a cura di Gian Luca Bovenzi, Barbara De Dominicis e Ilaria De Palma 
Ingresso da martedì a domenica: 9.00 -13.00 e 14.00 -17.30
Ingresso il martedì gratuito dalle 14.00 - 17.30

MOSTRA
1° giugno -  6 settembre 2017

OBIETTIVO MILANO


Sono 200 i ritratti fotografici esposti in mostra a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine provenienti dall’Archivio di Maria Mulas, prestigiose testimonianze professionali e dei legami intessuti dalla fotografa nel corso della sua vita. Le foto raffigurano personaggi che hanno animato la scena artistica, culturale e sociale di Milano dalla fine degli anni Sessanta al Duemila, siano essi meneghini di nascita, di adozione o di passaggio, stranieri compresi: artisti, galleristi, designer, stilisti, scrittori, editori, giornalisti, registi, attori, intellettuali, imprenditori e molti altri. L’insieme dei materiali conferma Maria Mulas tra le più importanti fotografe del Novecento italiano e il suo archivio come uno strumento indispensabile per documentare e ricostruire la storia visiva di Milano nel secondo Novecento.


Una mostra Comune di Milano | Cultura, Direzione Musei Storici e Memoria & Progetto - a cura di Maria Canella e Andrea Tomasetig con Antonella Scaramuzzino e Clara Melchiorre
Ingresso da martedì a domenica: 9.00 -13.00 e 14.00 -17.30
Ingresso il martedì gratuito dalle 14.00 - 17.30

Commenti

Post più popolari